In mensa con i cinque sensi

Si è concluso in questi giorni il percorso sull’accoglienza in mensa proposto agli alunni delle classi prime della scuola Rodari.
I bambini hanno appreso alcune nozioni di educazione alimentare grazie all’intervento del signor Oscar Mazzini, responsabile del progetto, che ha anche stimolato nei bambini la curiosità per quello che riguarda il cibo: forme, colori, sensazioni tattili, uditive, olfattive e gustative. e sapori.
Nel primo incontro, più “lezione”, sono state date informazioni e concetti: i 5 colori della salute, le 5 porzioni (concetto di porzione), i 5 sensi.
Nel secondo incontro è stata utilizzata  una “scatola magica”, una scatola dove è stato inserito un frutto/verdura ed è stato chiesto ai bambini di riconoscerlo toccandolo ma senza vederlo. Quindi il tatto.
C’
è stato poi l’approccio olfattivo al cibo: nascosto da una velina è stato chiesto ai bambini di annusare e provare a capire quale frutta o verdura c’era sotto.
Per l’udito è stato spiegato ai bambini come alcuni cibi sono intrinsecamente legati ad alcuni suoni caratteristici.
Per il gusto è stato semplice: è il senso  più immediato, dove raramente i bambini sbagliano: hanno assaggiato, bendati, dei pezzetti di frutta e verdura, per riconoscerne anche l’odore ed il “rumore”.
Al termine dell’ultimo incontro gli alunni hanno ricevuto un piccolo regalo:
una sorta di piccola “settimana enigmistica” a tema frutta e verdura.

 

  

I commenti sono chiusi