Ich geh mit meiner Laterne

10 novembre 2017

“Ich geh mit meiner Laterne,
und meine Laterne mit mir”

così cantavano i ragazzi della 2.A delle Rodari durante la tradizionale sfilata in onore di san Martino, accompagnati dalla Lehrerin Herta

11 novembre, giorno dedicato a san Martino e spunto per parlarne anche a scuola: la poesia del Carducci, l’estate di san Martino, il suo gesto di carità, le lanterne. Ma le lanterne vanno preparate prima…
Poiché i ragazzi stanno costruendo un libretto a tema “ricci” con storia, esercizi e giochi, la Lehrerin Herta si è inventata una lanterna alternativa… a forma di riccio!
La tradizione vuole la notte di san Martino illuminata da tante piccole lucine che rappresentano il sole che si mise a scaldare come se fosse estate, dopo che il cavaliere Martino tagliò a metà il proprio mantello per donarlo ad un poverino mezzo nudo in un freddo giorno d’autunno. E così gli alunni della 2.A hanno sfilato nei cortili della scuola, ognuno con la propria lanterna-riccio, naturalmente con la candelina accesa.
PS: nessun incidente di percorso

 

Commenti chiusi